martedì 12 giugno 2012

come in una bolla

una signora con il caratterino un mese fa ha affrontato un operazione che ha superato con determinazione e rabbia
si poteva pensare alla nuova casa comprata per stare vicino a noi
si poteva pensare alle vacanze tranquille a preparare il trasloco estivo
una settimana fa cadeva davanti alla sua auto come in un film
un ictus inaspettato come gli incubi terribili l'ha inghiottita per alcune ore in cui mi sono sentita catapultata in fondo al mare al buio pensando che non l'avevo salutata abbastanza, che fosse ingiusto
quel mare buio e profondo me l'ha  restituita sconquassata come solo un ictus sa fare con una paralisi e l'afasia che la fa parlare come una bambina
ma c'è, la mia mamma è ancora qui e e io sto risalendo dal buio profondo per prendere fiato

14 commenti:

  1. cara, ti sono vicina, un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ti penso. Vi penso, tanto.
    So che ce la farete!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  3. Vedrai che con il tempo sia il linguaggio che la motricità miglioreranno.
    Si deve tutto assestare...
    Ti sono vicina con tutto il mio cuore....
    Carolina

    RispondiElimina
  4. So bene, per esperienza personale, che è dura quando le persone a noi care non stanno bene. Per questa ragione mi sento molto vicina a te. Un abbraccio forte.

    RispondiElimina
  5. solo un "su coraggio" sincero e un "vedrai che andra' sempre meglio"...non mi sento in diritto di entrare in un dramma cosi'...visto che non ci conosciamo abbastanza...ma solo il fatto che ci sia e' importante...sicuramente il linguaggio tornera',verra' rieducato e pian pianino risalirete insieme la collina

    RispondiElimina
  6. Dopo tanto tempo ritorno qua...
    Non mi aspettavo una notizia del genere... mi dispiace!
    Ma l'importante è davvero che la tua mamma sia ancora qua... La mamma che è sempre la mamma anche se parla come una bambina. Il primo amore della vita. La mamma!
    ti abbraccio cara.. ti abbraccio forte per trasmetterti tanta forza ed ottimismo...
    ti abbraccio e ti bacio...

    RispondiElimina
  7. ...déjà vu!...21 anni come domani...esperienza che ti capovolge la vita! Vi abbraccio con affetto!
    Elena

    RispondiElimina
  8. Auguro a te e alla tua mamma il coraggio di affrontare questa prova, dura ma non impossibile da superare. Un abbraccio e forza!

    RispondiElimina
  9. Ti penso...
    ancora e sempre vi penso...

    RispondiElimina
  10. Ti penso...
    ancora e sempre sempre ti penso...

    RispondiElimina
  11. Vi penso anch'io!
    Come stai?
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Oh Cris... leggo solo ora... ed ho i brividi! Spero con tutto il cuore che la tua mamma stia meglio... che tu stia meglio!
    Un abbraccio grande!!!

    RispondiElimina